AFORISMA DEL GIORNO

05 gennaio, 2009

Specializzandi: rientra il caso "INPS" ma si riducono i posti disponibili in Sicilia

A sorpresa arriva dall'INPS la smentita in merito alle richieste universitarie di rimborso dei versamenti integrativi che aveva messo in allarme l'intero corpo dei specializzandi di medicina. Ecco il Messaggio n. 28284 dell'INPS, che dispone la sospensione dei versamenti integrativi precedentemente richiesti alle università.

http://www.sims.ms/doc/Smentita_INPS.pdf

Tuttavia i tagli dei finanziamenti alla sanità voluti dal governo Berlusconi ha portato a una profonda revisione, nel giro di pochi anni, nel numero di posti di specializzazione a cui è possibile accedere nei tre principali atenei siciliani. Nella sola messina si perderanno 55 posti (questo significa 55 ragazzi in più fermi una volta laureati nel caso non riescano a rientrare nelle graduatorie di merito).

Riporto l'articolo tratto dal sito "Messinawebtv":

Orazio Ventura Spagnolo è un neolaureato in medicina e chirurgia che, insieme ai colleghi, tra cui in particolare Tania Stelitano, sottopone alla nostra attenzione di cittadini messinesi una problematica che ci riguarda tutti da vicino: i tagli dei finanziamenti dei posti regionali destinati alla sanità degli atenei siciliani (Catania, Palermo, Messina) per l’anno del 2008 e del 2009. E’ una situazione preoccupante qualora venisse confermata, visto che nel solo ateneo di Messina si perderebbero 55 posti regionali che servono invece a finanziare la formazione e la crescita dei giovani medici che rappresentano il futuro del sistema sanitario regionale. I giovani di cui parliamo hanno scelto di scommettere il loro avvenire su questo territorio, dunque tali tagli sarebbero una ulteriore aggravante del fenomeno della fuga di cervelli che sono costretti ad andar via, seppure controvoglia, dalla nostra terra. I nostri talentuosi giovani ritengono inoltre che qualora debbano essere effettuati tagli, questi siano razionali, e propongono una riprogrammazione in merito a quelle che sono le effettive esigenze del piano sanitario regionale. Inoltre non è da sottovalutare il fatto che i giovani medici svolgono un ruolo importante in termini di efficienza, assistenza e ricerca. La notizia relativa ai tagli arriva dai rappresentanti dell’osservatorio regionale del SIMS, segretariato italiano medici e specializzandi; inoltre lo stesso preside di Medicina, Emanuele Scribano, in contatto con gli altri presidi di Catania e Palermo, l’ha confermata, pur lavorando alacremente contro di essa. Il 15 gennaio ci sarà un’assemblea regionale, durante la quale si parlerà dei finanziamenti e quindi di tali tagli. Questa mobilitazione ha trovato risposta in molti dei rappresentanti delle associazioni del mondo studentesco giovanile presenti a Messina: Piero Adamo con Nino Maisano per l’associazione circolo di azione giovani Quo usque tandem; Felice Panebianco presidente dell’associazione Atreju; Alessio Marchetta come rappresentante dell’associazione Pro-tesis; il dott. Antonio Carnì come rappresentante del Sims di Messina. Sono stati di supporto anche il consigliere provinciale Francesco Avella e Gabriele Luzza come rappresentante degli studenti al senato accademico universitario. Daniele David, responsabile della CGIL per i lavoratori precari, si sta occupando anche degli specializzandi negli ultimi anni: circa venti giorni fa è stato siglato un accordo all’ufficio provinciale del lavoro garantendo ai medici specializzandi le ferie e la malattia, alle quali prima non avevano diritto. Secondo la CGIL i tagli non devono essere indiscriminati: se avvengono in maniera selvaggia il sindacato è contrario. Bisogna arrivare ad un confronto sui criteri nelle sedi opportune, tra Regione e Università. Inoltre è molto importante capire la coerenza tra l’interruzione dei finanziamenti ed i settori a cui questa è rivolta. Sicuramente non si può tagliare nei settori che potrebbero essere la punta di diamante per il futuro della Sicilia, e più in generale, della ricerca italiana. FONTE: Messinawebtv.it Autrice: Maria Gangemi - 24/12/08


E' stato creato su facebook un gruppo che permette di seguire la vicenda => http://www.facebook.com/group.php?gid=38506604018#

Nessun commento:

Posta un commento

Sentitevi liberi di commentare l'articolo. Si richiede gentilmente il rispetto delle norme di netiquette esistenti su internet. I commenti sono moderati e verranno pubblicati dopo approvazione del blogger (limite di 24 ore). Il blogger si riserva il diritto di non pubblicare e/o cancellare i commenti che ritiene non adeguati alle regole di netiquette. Buona scrittura e grazie per il messaggio.

SENTIERI DELLA MEDICINA

In questo blog ci sono post e commenti

Commenti recenti

Post più popolari