AFORISMA DEL GIORNO

01 febbraio, 2011

Il futuro non arriva: subito in tilt il sistema di trasmissione telematica dei certificati ...

Il call center che non risponde, la linea che cade in continuazione, i medici infuriati per il tempo perso a cercare di collegarsi e per un disservizio che, secondo le previsioni, potrebbe ritorcersi contro di loro sotto forma di sanzione (fino al licenziamento). E' questo lo scenario di caos e proteste nella giornata inaugurale del sistema di trasmissione telematica obbligatoria dei certificati medici voluto dal ministro Brunetta.

A poche ore dall'avvio ufficiale, il sistema di trasmissione on line dei certificati è andato in tilt, non reggendo l'urto della marea di connessioni tentate dai medici. Lo denuncia la Cgil funzione pubblica e lo denunciano anche attraverso mail al giornale molti professionisti. La Cgil critica direttamente il ministro Brunetta e la "flessibilità mostrata in extremis" che non "corrisponde alla rigidità delle norme riguardanti le sanzioni, che colpiscono i medici convenzionati, sui quali incombe la mannaia del licenziamento, ma che avranno ricadute negative anche per i medici ospedalieri, ai quali i cittadini potrebbero impropriamente rivolgersi per ottenere il certificato cartaceo".

Il bilancio della "riforma", dalla prima mattina, è di lunghe attese al call-center con ritardi e disagi nell'assistenza ai cittadini. Il sistema dei certificati medici on line - che riguarda 18 milioni di lavoratori dipendenti pubblici e privati - "non è ancora entrato a regime ed è arrivato il momento anche per il ministro brunetta di prenderne atto e intervenire per evitare il caos. Chiediamo - conclude la Fp Cgil - l'immediata sospensione delle sanzioni fino alla preannunciata riunione dei sindacati dei medici con il ministro".

Accuse anche dalla Fimmg: "I nostri medici ci segnalano che il sito è bloccato già da ieri sera e ancora in queste prime ore del mattino" denuncia il segretario nazionale, Giacomo Milillo "e per una risposta dal call center si impiegano fino a 18 minuti. Per questo ci sentiamo presi in giro dal ministro Brunetta. I lavoratori che credono ai trionfalistici comunicati stampa del ministero dell'Innovazione pretendono dal loro medico il certificato on-line, ma il sistema non funziona. Il governo deve ricondurre il ministro Brunetta alla ragionevolezza".

FONTE: Repubblica.it

Nessun commento:

Posta un commento

Sentitevi liberi di commentare l'articolo. Si richiede gentilmente il rispetto delle norme di netiquette esistenti su internet. I commenti sono moderati e verranno pubblicati dopo approvazione del blogger (limite di 24 ore). Il blogger si riserva il diritto di non pubblicare e/o cancellare i commenti che ritiene non adeguati alle regole di netiquette. Buona scrittura e grazie per il messaggio.

SENTIERI DELLA MEDICINA

In questo blog ci sono post e commenti

Commenti recenti

Post più popolari