AFORISMA DEL GIORNO

16 agosto, 2010

Nick Jonas, Miley Cyrus e la loro esperienza con il diabete...


E' il 3 Marzo del 2007 e su di un palco di un affollato concerto californiano il giovanissimo cantante Nick Jonas, del gruppo dei Jonas Brothers quell'anno divenuto rapidamente molto popolare grazie alla collaborazione con la Disney, dichiara davanti alla festante platea di giovanissimi di voler cantare la canzone "A little bit longer", introducendola con una lunga e coraggiosa confessione: "Ok molto rapidamente, quanti di voi giovani ragazzi hanno il diabete, alzi la mano, quanti di voi sono li fuori forza alzi la mano.". Il 16 novembre 2005, all’età di tredici anni, mentre era in tour con i suoi fratelli, gli è stato diagnosticato il diabete di tipo 1. Dopo una breve pausa in cui il cantante stesso alza la mano, Nick prosegue nella sua introduzione "Era il 2005 quando stavo girando con i ragazzi per il nostro tour, iniziai a soffrire di sensazioni strane, cominciai a perdere peso, a bere molta acqua per un sacco di tempo, sentivo di stare molto male e non ero io, mio padre mi portò dai dottori i quali mi diagnosticarono di soffrire di diabete, tipo 1, avevo la glicemia a 700 quando sarebbe dovuta essere da 70 a 120, chiesi se sarei morto ma i medici mi rassicurarono che sarei stato bene ma avrebbero dovuto trattenermi qualche altro giorno in più nell'ospedale per ricevere le giuste cure, ed è in quell'ospedale che ho potuto capire cosa fosse il diabete, durante quel trattamento intensivo ho potuto imparare a tenerla sotto controllo, furono giorni pazzeschi. Tornammo in tour con le "Veronicas" (un gruppo musicale americano) e dovevo iniettarmi l'insulina 4 volte al giorno, controllare la mia glicemia quattro volte al giorno, era difficile seguire la terapia multiniettiva cosi sentii di un nuovo prodotto chiamato microinfusore Omnipod e questo oggetto mi ha cambiato la vita, è un oggetto grande quanto un pacco di caramelle controlla il mio glucosio e mi inietta insulina (il cantante si toglie la giacca e lo mostra ai fan, è localizzato sotto il braccio) tenendomi nel giusto range cosicche io possa essere qui fra di voi. E' pazzesco come durante l'esordio io abbia perso 7 chili in appena due settimane, è pazzesco." Il video prosegue con il cantante che ringrazia la sua famiglia per essergli stato vicino e l'istituto di ricerca per il diabete.

Dalla sua condizione di salute è nata anche l'idea di una canzone, "A little bit longer", dove Nick Jonas parla della sua esperienza di ricovero ospedaliero. Il ragazzo è stato recentemente intervistato dal magazine “Diabetes Forecast” per un articolo sulla sua vita e la lotta alla malattia.

L'esempio forse più eclatante di come le persone legate affettivamente a una persona diabetica possano trarre un'utile esperienza dalla malattia del proprio patner viene dalla giovanissima cantante Miley Cyrus, oramai star della musica pop di hollywood e legata sentimentalmente (strano a dirsi per una under18 n.d.r.) per qualche anno proprio con il cantante Nick Jonas (nota di gossip: che nel 2010 ha invece iniziato una relazione con un'altra cantante pop, Selena Gomez n.d.r.).

E' piuttosto emozionata Miley Cyrus nel rivelare al magazine "Emme" che il suo fidanzato Nick Jonas, e la sua lotta con il diabete, possono averle salvato la vita. Ed è per una forma di riconoscenza che nel video "7 Things about you" la cantante ha baciato una targhetta regalata proprio dal suo ragazzo. Miley ha infatti raccontato come "l'anno scorso mi trovavo in tour con i Jonas Brothers e continuavo a sentirmi senza forze. Una notte Nick si è fermato un pò nella mia stanza e stavo davvero male. E' stata quella sera che Nick mi ha suggerito di fare un controllo glicemico come lui era solito fare per controllare il suo diabete. Cosi armandomi di coraggio l'ho fatto, una puntura e via, e il mio contenuto di zuccheri nel sangue era davvero basso in modo molto critico (era 61 n.d.r.), cosi dopo quel test i miei impresari mi hanno subito mandata dal dottore per una visita dove mi è stata diagnosticata una forma di ipoglicemia cronica di origine ereditaria, questo significa che il contenuto di zucchero nel mio sangue era sempre basso e quindi era per tal motivo che sentivo di non riuscire neppure a stare in piedi". La cantante ha inoltre raccontato ai media americani come Nick Jonas l'ha aiutata a cambiare il suo stile di vita e le sue abitudini alimentari non salutari. "Sono diventata molto più consapevole del cibo che mangio, perchè quel che mangiavo prima era davvero dannoso per la mia salute. Quando sono in tour non posso stare male, e mi esercito cosi tanto sullo stage nell'attività fisica per ballare, cantare, che la quantità di energie che consumo mi portano a essere molto magra, sottopeso. A volte mi sento come sopraffatta dal peso della fatica e ciò può essere molto dannoso per le mie prospettive di salute. Il mio corpo brucia molto rapidamente il cibo che introduco, per cui devo scegliere con grande attenzione quel che mi può dare l'effettiva energia di cui ho bisogno quando sono in esercizio. Guardare Nick che controlla il suo diabete nel corso di quest'anno mi ha aiutata molto e ispirata a seguire una dieta più sicura. Mi fa sentire come se avessi un paragone sempre accanto: se lui riesce a tenere controllata la sua dieta senza avere problemi di salute (ipoglicemie e iperglicemie n.d.r.), allora posso farcela anche io. Devo solo tener duro e mettere in campo tutto il mio coraggio".


Di seguito: il video in cui Nick Jonas confessa di avere il diabete.

4 commenti:

  1. K teneriiii ;;)...... Niley the best:X....... Nelena the worst x(

    RispondiElimina
  2. Nick...Sei davvero bravo!Complimenti perchè penso che non sia per niente facile vivere con una malattia come il diabete.. soprattutto quando sei ancora molto giovane! TI AMO DA MORIRE :X
    JB the best :)

    RispondiElimina
  3. Ciao Nick so k nn leggerai mai nella tua vita questo commento volevo dirti k anke io sono affetta da diabete di tipo 1 forse nn ci crederai ma è vero....l' ho scoperta a 3 anni e avevo i tuoi stessi sintomi...da 1 anno ho il microinfusore che è quasi uguale all'omnipod ma ha un catetere che è collegato a un ago sul ventre...non ti è mai capitato di stare in ipoglicemia durante un concerto??....ciaoo by imma

    RispondiElimina
  4. Ciao a tutti...io penso che il diabete non sia una malattia,ma è una condizione di vita...Ogni persona ha un problema è,Nick, ha questo.Non c'è bisogno di allarmarsi.Nick sei un bravo cantante!Continua cosi..! =)

    RispondiElimina

Sentitevi liberi di commentare l'articolo. Si richiede gentilmente il rispetto delle norme di netiquette esistenti su internet. I commenti sono moderati e verranno pubblicati dopo approvazione del blogger (limite di 24 ore). Il blogger si riserva il diritto di non pubblicare e/o cancellare i commenti che ritiene non adeguati alle regole di netiquette. Buona scrittura e grazie per il messaggio.

SENTIERI DELLA MEDICINA

In questo blog ci sono post e commenti

Commenti recenti

Post più popolari