AFORISMA DEL GIORNO

19 dicembre, 2010

Alla scoperta del corpo umano con "Google Body Browser"

Dopo il web, le lingue e il mondo, Google apre una nuova frontiera dell'esplorazione 3D andando alla scoperta del corpo umano. Il colosso di Mountain View ha lanciato «Body Browser», un’applicazione che permette di navigare in 3D all’interno del corpo umano, zoomando con pochi click sui vari tessuti e organi che compongono l'orgainsmo, dal sistema nervoso agli organi più importanti. L'applicazione che il web sostiene già essere "rivoluzionaria" è accessibile, per il momento, attraverso il sito di Google Labs, dove vengono inseriti e testati i nuovi prodotti del motore di ricerca, ma i vertici di Stanford promettono che nell'arco di qualche mese sarà reso disponibile pubblicamente nella home page del sito, e che presto ripeterà il successo di altre applicazioni di google, quali ad esempio "Google Maps". Al momento unico limite consiste nel dover utilizzare preferenzialmente il browser creato e supportato da Google, Chrome, anche per avere il supporto delle WebGL, che possono essere scaricate anche per altri tipi di browser (ad esempio, Firefox, ma in quest'ultimo caso soltanto nella versione 4.0b che è ancora in fase di beta testing) cliccando qui

Per accedere al servizio "Body Browser" di Google è sufficiente rivolgersi a questo indirizzo http://bodybrowser.googlelabs.com/ . Una volta aperto il browser e cliccando sul sito, utilizzando una semplice barra laterale è possibile ottenere una variazione della visualizzazione del corpo umano. Le opzioni di visualizzazione sono le seguenti: 1) Tegumentario (praticamente il corpo cosi com'è visto dall'esterno) 2) Muscoli 3) Ossa 4) Apparato Gastroenterico 5) Cuore 6) Cervello. Tramite il mouse è possibile quindi farsi una passeggiata fra i tessuti del corpo umano. Questa applicazione presenta però alcuni difetti: 1) permette una visuale anatomica e non istologica o anatomopatologica dei tessuti 2) la fisiologia è solo intuita, la visualizzazione è statica e non dinamica 3) la risoluzione non è molto elevata, ad esempio le scissure del telencefalo o le valvole del cuore non sono ben definite dal resto 4) data la complessità degli organi, si sarebbe dovuto porre delle opzioni per escludere la visualizzazione di certe parti quali per esempio il decorso dei vasi o dei nervi, al fine di sottolineare le caratteristiche degli organi principali. Sarebbe stato inoltre molto carina un'opzione per denominare e descrivere caso per caso le strutture su cui si poneva il mouse.

Sebbene in realtà tale applicazione nasce su di un'idea informatica non "nuova", dato che esistono già altri programmi che consentono di svolgere un'esplorazione più o meno accurata delle parti corporee, il fatto che sia sostenuta da un colosso informatico del web publishing può essere fondamentale per creare un sito a larghissima diffusione, soprattutto perchè rispetto a determinati programmi di esplorazione 1) l'utilizzo avviene online come un sito qualunque 2) l'applicazione è gratuita mentre altri programmi 3D sono molto costosi 3) l'accesso è aperto a tutti e non solo ai specializzati del settore. Essendo ancora in fase di "Testing", ci si aspetta molti miglioramenti nel corso dei mesi, creando uno strumento importantissimo per l'apprendimento delle nozioni mediche di base, soprattutto rivolto ai ragazzi e ai naviganti che si divertiranno apprendendo.

Nessun commento:

Posta un commento

Sentitevi liberi di commentare l'articolo. Si richiede gentilmente il rispetto delle norme di netiquette esistenti su internet. I commenti sono moderati e verranno pubblicati dopo approvazione del blogger (limite di 24 ore). Il blogger si riserva il diritto di non pubblicare e/o cancellare i commenti che ritiene non adeguati alle regole di netiquette. Buona scrittura e grazie per il messaggio.

SENTIERI DELLA MEDICINA

In questo blog ci sono post e commenti

Commenti recenti

Post più popolari