AFORISMA DEL GIORNO

16 agosto, 2010

Diabete: addio Humulin R, la Eli Lilly ha deciso di tagliare le cartucce

La Eli Lilly ha deciso di cessare la produzione dell’insulina umana Humulin R in cartucce. Dal primo ottobre la Humulin R verrà prodotta unicamente in flaconi da 10 ml. Tale decisione sarebbe stata presa per “razionalizzare l’offerta” questa la spiegazione che dà il customer care Eli Lilly Italia.

Difficile non pensare che l’azienda voglia traghettare i diabetici che utilizzano la Humulin R (€ 33,42 la confezione da 5 cartucce) verso l’insulina analoga Humalog (€ 52,36 la confezione da 5 cartucce o penne).
Il pensiero diventa un sospetto se a molti diabetici viene detto dai loro diabetologi che, dato la prossima indisponibilità, devono cambiare la terapia ed utilizzare la Humalog in sostituzione.

Questo non fa certo piacere a quanti hanno raggiunto una buona gestione della glicemia oppure non vogliono fare uso di insulina analoga e preferiscono quella umana. I diabetologi dovrebbero fare presente ai loro pazienti che sono disponibili prodotti equivalenti con insulina umana.

C'è l''Actrapid della Novo Nordisk, disponibile unicamente in penne monouso Novolet per una discutibile decisione dell’azienda. C'è la Insuman Rapid della Sanofi Aventis, disponibile unicamente in cartucce da usare con la penna Opticlik. La Insuman Rapid è prodotta con la stessa tecnica della Humulin R e quindi va bene per chi avesse intolleranza ai lieviti (utilizzati dalla Novo). E’ opportuno diffondere queste informazioni in quanto non dobbiamo consentire che le terapie vengano decise dalle aziende seguendo i loro interessi.
L’unica strada che abbiamo per tutelarci è boicottare le aziende che vogliono restringere le possibilità di scelta terapeutica a loro favore. Le terapie le devono determinare i diabetici guidati dai loro diabetologi di fiducia, non le aziende. I diabetologi hanno il dovere, per onorare la fiducia, di informare i pazienti di tutte possibilità terapeutiche.

AUTORE: F. Anedda
FONTE: Gruppo Facebook "Tutti i diabetici riuniti in rete"

17 commenti:

  1. Già,

    io ad esempio utilizzo regolarmente la Humulin R in cartucce che segue bene le mie caratteristiche personali.
    Purtroppo però molti diabetologi che, come i miei, non fanno altro che seguire i dictat delle case produttrici e sembrano solo "funzionari delle case" e fanno conti semplici non si rendono conto di alcuni problemi.
    Ad esempio a me la humalog che ho provato dura molto poco come tempo e quindi mi trovo ad essere alto già dopo du o tre ore nonostante la presenza della "basale". Certo non poso aspettarmi molto da un dottore specifico che dice di non considerare "l'indice glicemico" (velocità di assimilizione dello zucchero di un determinato alimento) ma solo eventualmente di correggere gli errori dopo.
    Se io utilizzo la humulin R sò che posso mangiare poco dopo qualcosa che assorbo lentamente. Ma se io uso la humalog sò che non posso mangiare cibi a lento assorbimento mi troverei in ipoglicemia dopo non molto...
    E si che esistono anche medici che sanno mettersi in discussione e parlare ma questi di un centro pubblico lombardo (forse perchè molti pazienti non ragionano sulla terapia e devono solo essere guidati in modo unico per tutti e senza che pensino) sono prprio duri ed intanto alcuni come me ci fanno le spese...

    RispondiElimina
  2. Io ho una bambina diabetica di 4 anni e da pochi mesi aveva iniziato ad utilizzare la penna, con sua gioia. Adesso quest'incertezza sulla possibilità di dover tornare all'utilizzo della siringa (il diabetologo non ci ha spiegato bene cosa si potrà fare) un po' ci disturba. Finchè si è adulti ok ma per i bambini è un problema. Distinti saluti... Claudio B.

    RispondiElimina
  3. Avevo trovato equilibrio con schema terapeutico che prevedeva Humalog, Lantus e ... Humulin R. Le penfil montano tutte sullo stesso tipo di penna (ne avevo 3: un a per ogni tipo di insulina) il che dava la sicurezza in viaggio che se una si rompeva si poteva sempre usarne un'altra sostituendo la "cartuccia" senza doversi portar dietro ogni volta le siringhe. Questa notizia motivata da una scelta di carattere commerciale lascia con l'amaro in bocca. Son d'accordo sul boicottare chi attua tali politiche commerciali sulla nostra pelle ma d'altro canto il cambio di insulina provocherà inevitabilmente un periodo di scompensi perchè l'azione di Humalog è del tutto diversa dalla Humulin R e prima di trovare una premiscelata che si adatti allo scopo ce ne vorrà di tempo!! La beffa è che prima di introdurre la Humulin R avevo già uno schema di solo humalog e Lantus ...e non andava bene!!!
    Ma non esiste alcun organismo di controllo dello Stato, su cui far pressione, che possa impedire/punire tali comportamenti?
    La sanofi che produce un'equivalente alla Humulin R produce anche delle insuline Lispro (humalog)?Se lascio Lilly lo faccio per tutte anche perchè, sempre con la logica del maggior profitto, anche la humqalog in cartucce è destinata in breve a sparire per far posto alle penne monouso che non danno niente in termini di terapia ma solo in termini di spreco e maggiore spesa!!!

    RispondiElimina
  4. ALESSIO VIVOLI,42 ANNI,DI FIRENZE,DIABETICO DALLA TENERA ETA' DI 6 ANNI,ANCH'IO,COME UN'ALTRO PROTAGONISTA DEI 3 COMMENTI QUA SOTTOI,AVEVO TROVATO NELLA LANTUS COEM "BASE",NELAL HUMALOG COME "CORRETTORE" E NELLA HUMULIN R,UNA BUONISSIMA TERAPIA,E ORA??
    ORA,COEM DICE LINO BANFI IN UN FILM"SONO VOLATILI X DIABETICI,IN PRATICA,CAZZI AMARI.......

    RispondiElimina
  5. mia madre 90enne usa da diversi anni humulin R e cambiare terapia a questa età mi sembra inopportuno.Continuerò con i flaconcini e le sirighe anche se sono sicuramente meno pratiche...per bisness si gioca con facilità sulla salute delle persone fregandosene di agevolarle o meno....dobbiamo stare3 attenti.

    RispondiElimina
  6. Io, ho tre malattie autoimmunitarie, tra cui il diabete dall'età di 25 anni e mio fratello dall'età di 40. Ho fatto un mese di ricovero a Pisa 9 anni fa alle malattie metaboliche, usavo la bioinsulin, già in penne usa e getta, poi humulin R e humulin I, ha funzionato tutto benissimo, adesso mi trovo con actrarapid e potophane, ma ho di nuovo da 5 mesi il diabete scompensato e rischio di spaccarmi i reni, in quanto ho già subito due gravi interventi per neuropatia diabetica. Non si può andare avanti cosi, non si trovano terapie ai mewdicinali giusti e, poi, hanno il coraggio di non autorizzare l'eutanasia, mentre ci fanno morire lentamente e nel peggiore dei modi. P.S. Ora ho 36 anni e da tre nel mio fisico è successo il finimondo, pensare che con tutto lo sport che facevo dovevo divenire una manza, mentre ora sono già spazzatura.......

    RispondiElimina
  7. Anonimo 5febb2012 Sono una signora di 71 anni e dal gennaio 1950 ho il diabete mellito, probabilmente derivato dalla celiachia che ho scoperto nel 1990, da sola. Pesavo 38 Kg! Mi sono sempre curata da sola e il diabete non mi ha mai impedito nulla: ho studiato, viaggiato, mi sono sposata e ho avuto tre figli. Attualmente sono una nonna felice. Anch'io ho sempre adottato l'HUMULIN R con buoni risultati. Ora l'ho sostituita con l'INSUMAN RAPID della Sanofi Aventis, preparata in penne SOLOSTAR. Consiglio di fare attenzione all'erogazione dell'insulina, perché non si avvertono le unità quando si iniettano. Mi auguro vi pongano rimedio: ho già avvisato l'azienda produttrice. Auguri a tutti!

    RispondiElimina
  8. ho saputo che ritornera sui banchi farmaceutici la HUMULIN R abbiamo la possibilità di sapere qualcosa in più? grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. spero proprio che si possano di nuovo utilizzare humulin r perche mi trovavo bene e avevo trovato un giusto equilibrio che ora non riesco a trovare

      Elimina
  9. Anonimo
    Spero che ritorna la humulin r mi sta recando delle irregolarita' glicemiche,in quanto il medico dice non e' quello.Ma'precedentemente era sempre super controllata.Grazie combattiamo questo problema.

    RispondiElimina
  10. Io con lantus più humulin r avevo problemi di accumulo, ora con lantus più humalog mi trovo molto bene, ognuno deve trovare la sua giusta combinazione, ci vuole solo un po' di pazienza..

    RispondiElimina
  11. Stefano, Firenze, da molti anni uso la Humulin r in fiale,con grande soddisfazione, dal lato gliecemico. Quando un prodotto, in questo caso medico, funzione, si toglie di mezzo. Basta speculare sulla salute.

    RispondiElimina
  12. Salve anche io ho il diabete insulino dipendente da un pò di tempo. Prima usavo l'insulina Actrapid in penne monouso e mi trovavo bene perchè coprivano un buon arco di tempo. Ora questa insulina non viene più prodotta e mi hanno dirottato verso la Insuman Rapid Solostar che a livello di insulina è molto molto simile alla precedente e quindi non ho avuto problemi. L'unica cosa che mi lascia molto perplessa è il dosaggio della penna monouso che secondo me non è preciso. Ho notato che il dosaggio della mattina spesso mi provoca all'ora di pranzo una iperglicemia. Ho provato a similuare il dosaggio e farlo a vuoto e quando seleziono 3 unità escono solo poche gocce. La stessa cosa ho fatto con la penna che uso per l'insulina della notte "LEVIMIR" e selezionando 3 unita il getto della penna è stato molto più consinstente della Insuman Rapid.
    E' capitato a qualcuno di notare la stessa cosa, se fosse veramente così trovo la cosa abbastanza grave.......

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono diabetico e uso la Insuman Rapid ...ho avuto le tue stesse impressioni sui quantitativi di uscita dell'insulina specialmente se si dosano poche unità, inoltre ho notato che con penna nuova alla prima emissione le prime 5 ,6 unità non escono proprio. Prima usavo la Humulin R e qualche differenza la trovo nei risultati di copertura, a questo punto mi chiedo se i quntitativi di uscita sono corretti.
      Non so cosa si può fare...scrivere alla ditta farmaceutica????

      Elimina
    2. Ciao a tutti. Fino a due mesi fa, e per 6 anni, ho usato humulin r, con buoni risultati soprattutto a livello di glicata. Ora utilizzo Novorapid in quanto humulin r, in cartucce, è uscita di produzione. I risultati sono pessimi in quanto la copertura della ultrarapida è minore della rapida. Le soluzioni che mi hanno prospettato sono 3:
      - ritorno all'insulina rapida, cioè Insuman Rapid, che però verosimilmente fra 1 anno o poco più uscirà di produzione, come già accaduto per le altre insuline rapide:
      - utilizzo del microinfusore;
      - doppia iniezione di Lantus per coprire i periodi scoperti: soluzione di difficile gestione.
      Sono daccordo anch'io che le speculazioni sulla salute vanno combattute, ma abbiamo a disposizione poche armi, ovvero provare a scrivere una richiesta formale perchè non vengano sospese le produzioni di insulina rapida... Filippo, Verona

      Elimina
  13. Camilla 36 anni la spezia, diabetica da 11 anni, ex donatrice di sangue, paternità diabetica. Ringrazio tutti i medici e le case farmaceutiche che giocano con noi. Dopo 3 mesi di ricovero ospedaliero nel 2003 al S.Chiara di Pisa, dove hanno trovato x me un' adeguata terapia con Humulin R e Humulin I, la Ely ha deciso che posso anche darmi fuoco, visto che negli ultimi 6 mesi ho cambiato 3 insuline diverse ed è cm andare di notte. Risvegli da 350 a 500, post prandiali ke variano da 39 a 61, qualunque cosa mangio o nn mangio a causa di un'altra patologia ereditaria ho ipo ed iper. Inoltre in 5 mesi pur avendo ormai il terrore di mangiare con le nuove insuline ho preso "solo" 16 KG e ho un addome ke sembro incinta di 18 mesi. Grazie Ely

    RispondiElimina
  14. Sempre Camilla, scusate, l'insulina di ora Novo rapid e Lantus Solo Star con seguenti unità 12-12-14 rapid e 16 Lantus con risvegli da manicomio. Inoltre cm qualcuno ha scritto, se nn ci si ricorda, aperta la nuova penna, di scaricare le prime 6 unità...............ciao cuore......

    RispondiElimina

Sentitevi liberi di commentare l'articolo. Si richiede gentilmente il rispetto delle norme di netiquette esistenti su internet. I commenti sono moderati e verranno pubblicati dopo approvazione del blogger (limite di 24 ore). Il blogger si riserva il diritto di non pubblicare e/o cancellare i commenti che ritiene non adeguati alle regole di netiquette. Buona scrittura e grazie per il messaggio.

SENTIERI DELLA MEDICINA

In questo blog ci sono post e commenti

Commenti recenti

Post più popolari