AFORISMA DEL GIORNO

22 gennaio, 2010

All'Umberto I applicata una nuova tecnica per correggere l'atresia neonatale

Una tecnica "soft" utilizzata con successo su una bimba somala di 21 giorni, nata con una malformazione che ne impediva la respirazione nasale e ostacolava l'alimentazione. L'equipe del Policlinico Umberto I di Roma ha eseguito un intervento di chirurgia mininvasiva con tecnica endoscopica naso-sinusale. Obiettivo centrato per risolvere quella che, tra gli addetti ai lavori, viene definita atresia coanale e che nella bambina operata nell'ospedale capitolino appariva completa e bilaterale.

Si tratta di una malformazione che colpisce in media un bimbo ogni 2.500 nati, e che comporta la mancata comunicazione tra naso e faringe. Da qui le difficoltà nella respirazione nasale e gli ostacoli per l'alimentazione dei piccoli colpiti. Chi ne è affetto, infatti, viene nutrito con sondino naso-gastrico fino al momento dell'intervento con il quale, aprendo le coane nasali, viene resa possibile la fisiologica respirazione nasale e quindi la suzione.

La tecnica utilizzata dall'equipe del Policlinico - spiega una nota dello stesso Umberto I - attraverso la resezione del piano atresico, della porzione posteriore del setto e l'allestimento di lembi, "permette di risolvere l'atresia con notevoli vantaggi rispetto alle tecniche utilizzate in precedenza". L'intervento è stato eseguito da Vincenzo Savastano, dell'Unita' operativa dipartimentale di otorinolaringoiatria pediatrica.

Fonte: Adnkronos

Nessun commento:

Posta un commento

Sentitevi liberi di commentare l'articolo. Si richiede gentilmente il rispetto delle norme di netiquette esistenti su internet. I commenti sono moderati e verranno pubblicati dopo approvazione del blogger (limite di 24 ore). Il blogger si riserva il diritto di non pubblicare e/o cancellare i commenti che ritiene non adeguati alle regole di netiquette. Buona scrittura e grazie per il messaggio.

SENTIERI DELLA MEDICINA

In questo blog ci sono post e commenti

Commenti recenti

Post più popolari