AFORISMA DEL GIORNO

02 ottobre, 2009

Messina, sale a 14 il bilancio dei morti, link per aggiornamenti in tempo reale

Ore drammatiche per la zona ionica di Messina, colpita duramente dalla pioggia (300 mm in poche ore) che ha provocato frane e smottamenti con la devastazione di alcuni paesi della fascia, in particolare Giampilieri, Briga Superiore e Altoia. Il bilancio accertato dei decessi è salito a 14 vittime e alcune zone rimangono inaccessibili con mezzi di soccorso. Numerose persone sono state estratte con le sole forze umane dalle macerie e da palazzi invasi dal fango. Alcune signore sono state soccorso tramite l'uso di serrande come barelle. Il sindaco Buzzanca ha diramato una richiesta a tutti i medici, infermieri e paramedici della Regione affinchè chiamino le proprie associazioni di volontariato e intervengano per aiutare i feriti. Immediata stamane la conferenza stampa di Bertolaso, con la Protezione Civile che sta coordinando i soccorsi. Numerose strutture di Tremestieri e Giardini Naxos sono state organizzate come luogo di ricevimento per gli sfollati (circa 600 persone), mentre il Policlinico "Gaetano Martino" è in fibrillazione per ricevere i numerosi feriti, numerosi medici sono stati temporaneamente reindirizzati verso la struttura del Pronto Soccorso. Con un'ordinanza per la giornata di domani il comune ha chiuso le scuole. L'invito è sempre di non mettersi in viaggio verso Catania, in quanto la strada statale e la ferrovia sono chiuse per smottamento in più punti mentre l'autostrada, anch'essa gravemente danneggiata dall'alluvione di ieri sera, è aperta al splo transito dei mezzi di soccorso e con una sola corsia.

Il presidente dell’ordine dei Geologi della Sicilia, Gian Vito Graziano, ha parlato di "tragedia annunciata, anzi che si preannunciava ogni anno. E questa volta purtroppo è accaduto". La situazione idrogeologica del territorio del Messinese Jonico, tra Alì Terme, Scaletta Zanclea, Santo Stefano Briga, Giampilieri, Pezzolo, Santa Margherita e Tremestieri è instabile e critica da anni. La tremenda alluvione lampo del 25 ottobre 2007 aveva colpito, meno di due anni fa, le stesse identiche zone, in modo simile. Non a caso sta montando la rabbia dei messinesi, in molti accusano le istituzioni di non aver fatto alcun intervento utile dal 2007 a ora. con una manifestazione di protesta convocata per le 19 davanti alla Prefettura della città dello stretto.

Attivissimi i numerosi forum e siti web messinesi nel fornire informazioni in tempo reale. Per informazioni e richieste segnalo il link di uno dei siti più frequentati, Biancoscudati.it (per scrivere messaggi è richiesta registrazione). Ulteriori informazioni possono inoltre essere ottenute da siti giornalistici del territorio quali Tempostretto.it, Normanno.com e il sito reggino Strill.it

Nessun commento:

Posta un commento

Sentitevi liberi di commentare l'articolo. Si richiede gentilmente il rispetto delle norme di netiquette esistenti su internet. I commenti sono moderati e verranno pubblicati dopo approvazione del blogger (limite di 24 ore). Il blogger si riserva il diritto di non pubblicare e/o cancellare i commenti che ritiene non adeguati alle regole di netiquette. Buona scrittura e grazie per il messaggio.

SENTIERI DELLA MEDICINA

In questo blog ci sono post e commenti

Commenti recenti

Post più popolari